Per i tuoi

FIGLI

Al primo posto, come sempre, la PREVENZIONE

… anche e soprattutto quando parliamo degli occhi e della vista dei nostri bambini!

Individuare con largo anticipo i segni e i segnali premonitori di qualsiasi potenziale problematica visiva rappresenta il miglior modo di prevenirne i rischi. Impostare un corretto programma terapeutico-riabilitativo, nei casi di strabismo o ambliopia, è ovviamente altrettanto importante.

Senza dimenticare che è possibile effettuare una diagnosi – e impostare una terapia adeguata – anche ad un anno di vita!

Piccoli occhi sani e belli. Cioè, bambini felici!

I difetti visivi più frequenti in età pediatrica sono lo strabismo e l’ambliopia (il cosiddetto “occhio pigro”).

In entrambi i casi è importante sapere che una diagnosi precoce e un approccio terapeutico-riabilitativo tempestivo sono in grado di portare ad eccellenti risultati funzionali.

Qualche consiglio

I difetti visivi NON sono patologie, cioè malattie, dell’occhio ma rappresentano una determinata conformazione del bulbo oculare.

Tale conformazione può essere condizionata da fattori ereditari, ed è per questo che la visita oculistica in età pediatrica, a partire dai 3 anni, viene consigliata in modo particolare a quei bambini i cui familiari sono stati o sono tuttora portatori di occhiali o lenti a contatto.

I difetti visivi riscontrabili in età pediatrica sono ovviamente gli stessi dell’età adulta, anche se la loro gestione e correzione segue regole differenti, che tengono conto sia dell’evoluzione dell’occhio del bambino sia dell’influenza che tali difetti possono avere sullo sviluppo della funzione visiva.

Miopia, ipermetropia, astigmatismo, ambliopia possono essere presenti nel bimbo già in tenera età

Pin It on Pinterest

Share This