Montagna: come proteggere gli occhi ad alta quota

Godiamoci lo sci, la neve e il sole ad alta quota senza dimenticarci di proteggere efficacemente i nostri occhi.

In montagna, quando si scia ma anche quando si prende il sole a bordo pista nelle abbaglianti giornate di sole, noi siamo felici di goderci relax e bellezza. Se vogliamo vivere splendidi momenti di vacanza spensierata, dobbiamo fare attenzione a come trattiamo i nostri occhi. Ricordiamoci che vanno protetti sempre e che, soprattutto ad alta quota, hanno bisogno di uno scudo contro l’aggressività dei raggi UV.

Come fare? Lo spiega Francesco Carones in un intervento a TG Sport Mediaset. I suoi consigli sono due: lenti di qualità con elevato grado di protezione e, per chi porta occhiali, almeno sulle piste, sostituirli con lenti a contatto (quelle usa e getta vanno benissimo).

Il medico in campo

TG SPORT MEDIASET

Persone che hanno già adottato questo consiglio

Non riesco a mettere le lenti a contatto ma dopo aver visto il servizio mi sono documentato e ho scoperto che esistono delle strutture sottomaschera in un materiale adatto all’attività sportiva, che consentono di montare lenti da vista. Grazie per avermi “aperto gli occhi” sui rischi degli occhiali sotto la maschera!

In attesa di decidere se fare o non fare l’operazione laser per la miopia, sciando uso le lenti a contatto. Me lo aveva suggerito qualche anno fa un maestro di sci e sono contenta di averlo ascoltato. Mi fa piacere scoprire che il suggerimento è supportato dai professionisti della salute.

Condividi con noi i tuoi suggerimenti!

14 + 1 =

CARONES Vision tratta i suoi dati secondo quanto disposto dal REG. UE 679/2016. Per la consultazione della privacy policy e la prestazione del consenso al trattamento dei dati, cliccare qui.

AVVERTENZA

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo. In nessun caso rappresentano una diagnosi o costituiscono la prescrizione di un trattamento. Non intendono e non devono comunque e in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o una visita medica specialistica. Raccomandiamo di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo a qualsiasi indicazione riportata.

Pin It on Pinterest

Share This